Crea sito

Inibizione Reversibile ed Irreversibile

Una prima grande suddivisione è tra inibitori reversibili ed irreversibili. I primi si legano all'enzima mediante legami deboli del tutto simile a quelli che da luogo il substrato. Essendo deboli si formano e si distruggono molto facilmente, perciò il loro effetto sull'enzima è sì istantaneo ma non disabilità completamente l'enzima. Tra inibitori ed enzima si instaura un equilibrio a formare un complesso inibitore enzima del tutto simile a quelo del substrato

Il grado di inibizione dipende perciò dalla posizione dell'equilibrio.

Gli inibitori irreversibili, detti anche inattivatori enzimatici, si combinano all'enzima con legami forti di solito covalenti, dando luogo ad un equilibrio più o meno irreversibile secondo la reazione

La conseguenza è che l'enzima è disattivato del tutto. Differentemente dagli altri, questi inibitori impegano del tempo per reagire, per cui la disattivazione dipende dal tempo e cresce col tempo di contatto enzima disattivatore.

Questo capitolo tratterà essenzialmente i primi mentre per i secondi avranno una breve trattazione.

Il primo tipo di inibitori è quello degli inibitori competitivi.

inizio capitolo
Indice dei capitoli