Crea sito

Il meccanismo sequenziale casuale

Questi enzimi lavorano in modo molto simile a quelli sequenziali ordinati con la differenza che non esiste una sequenza in cui i substrati si legano all'enzima o i prodotti sono rilasciati. Questo rende la sequenza più complessa. Si legano iniizialmente i substrati che possono farlo in entrambi i modi:

E + AEA

EA + B(EAB)

oppure

E + BEB

EB + A(EAB)

Il complesso centrale è naturalmente in entrambi i casi identico ed evolve allo stesso modo del meccansimo ordinato, a, parte il fatto che si ha ora una scelta nella sequenza di rilascio del prodotto.

(EAB)(EPQ)

oppure

(EPQ)EQ + P

EQE + Q

oppure

(EPQ)EP + Q

EPE + P

Il diagramma di Cleland dà una chiara dimostrazione di questi processi.

I meccanismi casuale o ordinato sono molto simile l'un l'altro. La differenza importante nel contrinuire alla comprensione del modo in cui funzionano è che se un enzima si sa che è ordinato allora ci deve essere qualche ragione per questo, per esempio il primo substrato potrebbe causare cambiamenti conformazionali nell'enzima.

Diamo infine uno sguardo ai meccanismi ping-pong.

inizio del capitolo
indice dei capitoli