Crea sito

GLI ARGOMENTI DEI CAPITOLI

Capitolo 1

Concentrazione del substrato e Velocità di Reazione

Il termine cinetica enzimatica implica uno studio della velocità di una reazione catalizzata da enzimi e dei vari fattori che possono influenzarla. Al cuore di ogni studio di enzimatica sta la conoscenza del modo in cui viene cambiata la velocità di reazione attraverso il cambiamento di concentrazione del substrato dell'enzima e dell'apparato matematico sottostante. Per facilitarci il compito assumeremo che l'enzima in discussione non ha particolari proprietà come propietà allosteriche e che catalizza la reazione che da un solo substrato porta ad un solo prodotto. Questo potrà sembrare un caso tutt'altro che reale, dal momento che dopo tuttosono pochi enzimi ad avere un solo substrato, ma ci fornirà uhna base che potremmo allargare in seguito allorchè affronteremo lo studio di sistemi più complessi.

Capitolo 2

Determinazione dei Parametri Cinetici

Come si è potuto notare dallo studio del I capitolo la determinazione di Vmax e di Km è essenziale per lo studio di una cinetica enzimatica e ci sono molti modi per farla. Essi si basano tutti sugli stessi dati sperimentali ricavati da una misura della velocità a differenti concentrazioni, ma differsiscono per il trattamnento matematicodei dati stessi. Lo scopo di questo capitolo è quello di illustrare alcuni di questi metodi, i loro vantaggi e svantaggi e suggerire il metodo migliore in particolari circostanze.

Capitolo 3

Cinetica degli Inibitori Enzimatici

Un uso importante delle analisi cinetiche è lo studio degli inibitori, composti che interagendo con l'enzima ne riducono la sua velocità di reazione. Si trovano naturalmente nelle cellule, dove controllano la velocità di reazione dei processi metabolici, o introdotti artificalmente nei processi come strumenti sperimentali. Molti composti tossici sono inibitori enzimatici e perciò causano un'inibizione dei processi vitali complessivi. Possono esserlo in modo selettivo per alcuni organismi e non per altri.
Il modo di interagire con l'enzima è estremamente vario e lo studio dei processi cinetici ci permette di dfelucidare i vari meccanismi. Questo capitolo tratterà i meccanismi di vari inibitori e dei loro effetti sulla cinetica, nonchè delle costanti di inibizione.

Capitolo 4

Cinetiche di Sistemi Multisubstrato

Nei capitoli precedenti si assumeva che la reazione enzimatica coinvolgesse un solo substrato e un solo prodotto, caso alquanto raro. Un enzima lavora di solito almeno due substrati e genera due prodotti.Questo non comporta che quanto studiato finora sia inutile. In casi di cinetica multisubstrato l'approccio solito è quello di mantenere costanti tutte le concentrazioni dei substrati tranne una. L'altra è variata ottenendo le varie relazioni cinetiche. In questo modo si tratta l'enzima come un ensima a singolo substrato. Comunque nel trascurare l'effetto degli altri substrati si fa a meno di molte informazioni sulla l'enzima che la cinetica ci può fornire Questo capitolo intende introdurci allo studio di enzimi multistrato.

Capitolo 5

Cinetica degli enzimi allosterici 

Una larga famiglia di enzimi che deviano dalla cinetica di Michaelis sono gli enzimi allosterici. Dobbiamo forse dare una cittadinanza onoraria di questa famiglia alle proteine allosteriche non enzimatiche, quali l'emoglobina del sangue, dal momento che molti lavori da pionieri sull'allosteria sono stati condotti su queste proteine. In questo capitolo esamineremo alcuni delle proprietà fondamentali degli enzimi allosterici, il meccanismo dell'allosteria, come questa proprietà cambia i diagrammi cinetici e le informazioni ricavabili da questi grafici.


Indice generale dei capitoli