Crea sito
La scelta del Metodo Cinetico

Utilizzi dei grafici cinetici

Prima di prendere in considerazione qual'è il grafico migliore, abbiamo bisogno di ragionarci in primo luogo sul suo utilizzo. Essi vengono usati in due modi:

Il grafico più adatto al calcolo non è necessariamente il miglior grafico per presentazioni, di conseguenza dobbiamo considerare separatamente i due utilizzi.

Grafici per il calcolo

A scopi di calcolo la preferenza, la preferenza va verso l'uso di un computer per determinare la miglior interpolazione possibile all'equazione di Michaelis. Evita tutti i problemi di esagerazione di errore associati ai grafici lineari senza richiedere calcoli manuali. Di certo richiede del tempo per impostare la prima volta il foglio di lavoro ma, progettandolo con una certa flessibilità, si può utilizzarlo di continuo per serie differenti di dati.

Se non disponiamo di un computer, sarebbe da preferire il grafico lineare diretto. Non coinvolge alcun calcolo e tratta benissimo l'errore. E' il sistema ideale da laboratorio mentre si stanno ricavando i dati dal momento che viene richiesto solo gli strumenti del disegno manuale e dal momento che le rette sono facilmente tracciabili una volta tracciati gli assi.
Dei grafici lineare immediati sarebbe da raccomandare quello di Hanes, dal momento che tratta l'errore molto meglio di quello più comunemente usato, il Lineweaver-Burk, ed evita le difficoltà del metodo di Eadie-Hofstee che include la velocità nella asse della variabile indipendente.

Grafici per la dimostrazione
La scelta in questo caso dipenderà ovviamente da ciò che si sta cercando di dimostrare. Di solito uno dei grafici lineari è appropriato e il metodo del Lineweaver-Burk è da raccomandare. Ha il grande vantaggio di essere familiare. Qualunque biochimico e gente di altre discipline lo comprenderà al primo colpo. Inoltre la concentrazione del substrato e la velocità sono messe su due assi separati, rendendo questo grafico più intuitivo e più correlato alla curva da cui esso deriva.
Se si sta usando il metodo di Lineweaver-Burk per scopi dimostrativi si deve calcolare Km e Vmax usando uno dei metodi preferiti e marcare le intercette sugli assi. Si traccerà quindi la retta tra questi punti. Il metodo inverso sarebbe inaccurato per le ragioni già discusse altrove.
 
 

Inizio capitolo
Indice dei capitoli